BT Logo
Ciao AMICI !!!
Non ti chiediamo, Signore, perché ce li hai tolti. Ti ringraziamo, Signore, perché ce li haidati. San t'Agostino.
Ciao AMICI !!!
Non ti chiediamo, Signore, perché ce li hai tolti. Ti ringraziamo, Signore, perché ce li hai dati.

Sant'Agostino.
  ZonaZen by Belu
  Ultimi messaggi BT-Forum
Nuovo Report
Fit ball Race divertimento fotonico .....http://www.b rianzatour.o rg/r...
Vuoi semplificare le note spese
Da: infos@supermarketo.store
...
RE: Nuovo Report
Naaa!!! Tese matt!!!...
RE: Nuovo Report
JC, qui lo dico e qui lo nego, ma la prossima volta di vogliamo vedere...
Nuovo Report
Mtb Madesimo .....http://www.b rianzatour.o rg/report.ph p?IDReport=2 0_N...

Tutti i messaggi...
  Ultimi messaggi CKI
Tutti i messaggi...
  Ultimi aggiornamenti CKFiumi
Vai al sito...
  Ultimi articoli PBI
Login utenti
Nome utente
Password
Ecuador 2008 — BrianzaTour

19/02/2008 - Ecuador 2008

Marcello
Ecuador 2008 report un po stringato poi sul sito del Ktt ne mettiamo uno piu dettagliato.

Ecuador una sorpresa non pensavo di trovare un luogo cosi bello. Un paese piccolo dove facendo pochi chilometri si può trovare il mare le montagne da 6000 metri vulcani jungla e una impressionante varietà di piante uccelli e animali.
grazie alla PAMguida e alle dritte di Sù e Nicola, abbiamo praticamente buttato la lonely e seguito tutte le loro dritte
Quindici giorni intensissimi, dopo un volo Milano Miami Quito e aver dormito la prima notte al Crossroads e testato subito le birre a 1 dollaro ci siamo incontrati con Carlo Sbrenna e ci siam diretti a Tena .
Qui abbiam trovato posto al hotel austria 8 dollari con prima colazione e stanza singola con cortile dove lasciavamo il carrello con le 8 canoe .( E si alla fine eravamo in 8 , io , Daniele Vecchio,Paolo Maifrè ,Michele Ramazza,Andreino Colombo,Giò Codeluppi,Carlo Sbrenna e Luca guidi. ) Una volta arrivati abbiamo subito incontrato il mitico taxista Luis che con il suo mezzo e un malandato carrello ci ha scorazzato per i dintorni di Tena, dove subito abbiamo conosciuto il calore dell' accoglienza degli ecuadoriani durante il carnevale a suon di gavettoni pomodori marci uova e altro.
Prima discesa è stata sul Upper Mishahualli con un livello buono per testare un po l'attrezzatura. risultato del mio primo giorno Pagaia scollata e canoa Mafia Dragorossi gentilmente prestata da Diego Zanga con una crepa sotto!!

Terzo giorno Piatua , stavolta Luis non sapeva nemmeno la strada ma con un po di fortuna e con l'aiuto di Carlo che c'era gia stato a novembre abbiamo trovato l'imbarco di questo bellissimo fiume di volume, mediamente di 4ww sbarco presso un localino con musica sudamericana e la Serata alla Gallera (la discoteca piu trandy di Tena dove una volta si combattevano i galli come da ononimo) il mattino alle 8 un po assonnati tutti pronti per partire direzione Jondachi , ma aimè l'idrometro a 9 ci ha fatto desistere dall' imbarcarci fatto sta che ci siam subito spostati sul fiume che già conoscevamo il Mishaualli alto che era in piena rovinosa ma che abbiam fatto comunque in un ora e mezza a vista, battendo ogni record del mondo. :-) in questa occasione Luis ci ha dato dei "locooo" !!!
Giorno seguente Jondachi Basso un po lungo circa 6 ore ma molto piacevole, abbiam fatto sosta su una spiaggetta e siamo sbarcati al primo ponte disponibile sul Mishaualli.
Sesto giorno Jondachi alto imbarcandoci sull affluente Urcusiqui, fiume strafantastico solo che è stata una lotta contro il tempo perchè un temporale in atto lo stava riempiendo,qui siamo scesi come dice Paolo come degli squilibrati , praticamente facendo passaggi di 5 a vista . Risultato un Bagnone mio in un buco che non mi mollava stappo mi schiaccia sul fondo tengo la pagaia in mano ed esco sotto una nicchia passo a nuoto sopra un tronco e aspetto la canoa che prontamente arriva da sola. Gamba e piede slogato a parte, mi recupero tutto alla svelta e ripartiamo. Altro record 4 ore con affluente.
Settimo giorno (qui in teoria qualcuno ha preso un giorno di festa noi no)
Discesa del Mishualli basso, come diceva Pami puzzava un bel pò faceva caldo e in piu un ora di trasbordo con piede gonfio e con le formiche rosse bastardissime .... però alla fine che ridere le scimmiette allo sbarco.
Ottavo giorno dovevamo fare il Pusuno (quello con il saltone di 13mt) con anche John un americano conosciuto li ma per nostra sfortuna altro temporale e fiume in piena quindi fatto i bagagli siamo andati a Baesa,
Appena arrivati da Gina una simpatica signora che gestisce l'ostello, ci siam cambiati al volo e abbiam sceso il Quijos da ponte a ponte . Serata passata da Gina con Trucia e un estratto alcolico di canna offerta dal marito e il mattino Papallacta con aggiunta di 6 km di Quijos , praticamente 5 ore di 5grado senza respiro dove ho sofferto anche un freddo cane . Decimo giorno Oyacachi qui abbiamo preso un po in giro la Pami per la descrizione che diceva, alla fine della rapida fate attenzione al grosso masso poi allla grossa pietra......praticamente è un fiume fatto di grosse pietre e grossi massi.
La sera come dei veri maricones l' abbiamo passata alle terme di papallacta, molto romantiche, dove l'acqua arriva a piu di 50 gradi sembrava di bollire nella pentola della pasta .
Trasferimento poi a Quito visita della città vecchia con scalinata verticale infinita,visita delle chiese e per concludere serata con cena galante e visita della città di notte dalla Beata che domina la città .
Giorno seguente prima della partenza, turisti ai mercati di Otavalo per qualche ricordo da portare a casa , poi abbiamo Tatuato Paolo con un condor e abbiamo terminato le ultime ore in Quito in discoteca molto "allegri" fin che, il taxista ci è venuto a prendere alle 4 per portarci all' aeroporto. Saliti sul cassone ci sembrava di viaggiare su una nave spaziale verso un altra galassia.
Con nostra fortuna in aeroporto non ci hanno nemmeno pesato le canoe ne all' andata ne al ritorno e non le hanno nemmeno guardate.

tutto è andato alla grande bellissima anche la compagnia un posto sicuramente dove ritornare .

aaaaah che bei ricordi.

Marcello
Messaggi arrivati mentre i rider erano la


Data: 07/02/2008    

Ecuador
grande fred e ciao a tutti  si  il piu bello fatto fin ora, oggi abbiamo fatto il mishualli basso con scimmie all arrivo da morir dal ridere

il gruppo si sta smantellando fisicamente luca ha la febbre paolo e daniele hanno preso un day off io cerco di star dietro a michele ma mi sto uccidendo :-) di fatica, con il trasbordo di oggi poi ci siam massacrati ulteriormente ....ma non molliamo.... poi ci spostiamo a baesa alle terme per riprenderci.

son quasi stanco di andare in canoa .........:-P beati voi che vi riposate !!!!

domani andiamo  a fare il Posuno con saltone di 14 metri speriamo nel livello basso lo hanno scoperto da poco e hanno gia redatto la nuova guida dei fiumi dell ecuador.

qui siamo anche famnosi hannno un catalogo unto e bisunto di shockwave con la mia foto e quella di gio che ridere pensano sia un modello.


ciao a tutti
Data: 08/02/2008

bene bene vedo che il wend e arrivato e vi siete dati da fare tutti

qui procede come da programma di Andreino... niente riposo solo canoa ... dopo aver fatto il mishuialli basso con trasbordo, stile lavori forzati, e scimmie allo sbarco. Abbiam levato le tende da tena perche pioveva ancora e il Posuno era impraticabile .
 Ci siamo quindi trasferiti a Baesa  molto piu simile alla svizzera che all ecuador qui fa piu fresco e  l'acqua dei fiumi e gelida.
venerdi dopo tre ore di pulman abbiam disceso il Qujeso e invece ieri il papallacta dicono il fiume piu duro dell ecuador .. in effetti alla fine delle 5 ore di 5ww continuo eravamo esausti e congelati. oggi altro creek di 4 ore poi terme di papallacta ,quito , otavalo , e volo di ritorno.
che cavolo e gia quasi finita la vacanza 

un saluto a tutti da tutti 


Ps. Susy ti saluta Tarquino.   ma cosa gli hai fatto quando parla di te fa gli occhi dolci  .:-)
PPs.  Luis invece saluta la pami e nicola 
PPPS . stanno evacuando la zona vicino banos per il vulcano ma qui dove siamo e tutto tranquillissimo.

passo e chiudo

ecuadoooorrrr che bagnon

hola gente mi devo candidare ad un bagnone :-)
oggi cazz ho fatto un bagnone nel jundachi alto (susy ti ho pensato) . ci siamo imabarcati su un affluente che si immetteva a monte dell imbarco classico una volta entrati nello jundachi il livello era altissimo  e pioveva a dirotto li e partita la gara praticamente imbarco sbarco in 2 ore e 20 affluente compreso per evitare che la piena ci prendesse, risultato faccio un buff a vista e vengo fagocitato da un buco un po di eskimi e stappo (non ridete barboni) mi recupero il tutto da solo (i miei amici erano dietro) aspetto gli altri e ricomincia la gara . siamo infine arrivati davanti alla piena
e un po un problema dell ecuador parti con un livello e ti ritrovi dentro il doppio dell acqua in un attimo.

ieri invece jondaci basso con livello a 7 molto bello


domani   mishualli basso dove ci aspettano le scimmie e un trasbordo dicono faticoso.

non ho letto i commenti di ieri percé sul forum spariscono . o ce un modo per leggerli ?

scusate se scrivo alla svelta ma qui abbiamo un sacco da fare
ciao a tutti il piu tardi possibile :-)
Ecuador 2008 report un po stringato poi sul sito del Ktt ne mettiamo uno piu dettagliato.

Ecuador una sorpresa non pensavo di trovare un luogo cosi bello. Un paese piccolo dove facendo pochi chilometri si può trovare il mare le montagne da 6000 metri vulcani jungla e una impressionante varietà di piante uccelli e animali.
grazie alla PAMguida e alle dritte di Sù e Nicola, abbiamo praticamente buttato la lonely e seguito tutte le loro dritte
Quindici giorni intensissimi, dopo un volo Milano Miami Quito e aver dormito la prima notte al Crossroads e testato subito le birre a 1 dollaro ci siamo incontrati con Carlo Sbrenna e ci siam diretti a Tena .
Qui abbiam trovato posto al hotel austria 8 dollari con prima colazione e stanza singola con cortile dove lasciavamo il carrello con le 8 canoe .( E si alla fine eravamo in 8 , io , Daniele Vecchio,Paolo Maifrè ,Michele Ramazza,Andreino Colombo,Giò Codeluppi,Carlo Sbrenna e Luca guidi. ) Una volta arrivati abbiamo subito incontrato il mitico taxista Luis che con il suo mezzo e un malandato carrello ci ha scorazzato per i dintorni di Tena, dove subito abbiamo conosciuto il calore dell' accoglienza degli ecuadoriani durante il carnevale a suon di gavettoni pomodori marci uova e altro.
Prima discesa è stata sul Upper Mishahualli con un livello buono per testare un po l'attrezzatura. risultato del mio primo giorno Pagaia scollata e canoa Mafia Dragorossi gentilmente prestata da Diego Zanga con una crepa sotto!!

Terzo giorno Piatua , stavolta Luis non sapeva nemmeno la strada ma con un po di fortuna e con l'aiuto di Carlo che c'era gia stato a novembre abbiamo trovato l'imbarco di questo bellissimo fiume di volume, mediamente di 4ww sbarco presso un localino con musica sudamericana e la Serata alla Gallera (la discoteca piu trandy di Tena dove una volta si combattevano i galli come da ononimo) il mattino alle 8 un po assonnati tutti pronti per partire direzione Jondachi , ma aimè l'idrometro a 9 ci ha fatto desistere dall' imbarcarci fatto sta che ci siam subito spostati sul fiume che già conoscevamo il Mishaualli alto che era in piena rovinosa ma che abbiam fatto comunque in un ora e mezza a vista, battendo ogni record del mondo. :-) in questa occasione Luis ci ha dato dei "locooo" !!!
Giorno seguente Jondachi Basso un po lungo circa 6 ore ma molto piacevole, abbiam fatto sosta su una spiaggetta e siamo sbarcati al primo ponte disponibile sul Mishaualli.
Sesto giorno Jondachi alto imbarcandoci sull affluente Urcusiqui, fiume strafantastico solo che è stata una lotta contro il tempo perchè un temporale in atto lo stava riempiendo,qui siamo scesi come dice Paolo come degli squilibrati , praticamente facendo passaggi di 5 a vista . Risultato un Bagnone mio in un buco che non mi mollava stappo mi schiaccia sul fondo tengo la pagaia in mano ed esco sotto una nicchia passo a nuoto sopra un tronco e aspetto la canoa che prontamente arriva da sola. Gamba e piede slogato a parte, mi recupero tutto alla svelta e ripartiamo. Altro record 4 ore con affluente.
Settimo giorno (qui in teoria qualcuno ha preso un giorno di festa noi no)
Discesa del Mishualli basso, come diceva Pami puzzava un bel pò faceva caldo e in piu un ora di trasbordo con piede gonfio e con le formiche rosse bastardissime .... però alla fine che ridere le scimmiette allo sbarco.
Ottavo giorno dovevamo fare il Pusuno (quello con il saltone di 13mt) con anche John un americano conosciuto li ma per nostra sfortuna altro temporale e fiume in piena quindi fatto i bagagli siamo andati a Baesa,
Appena arrivati da Gina una simpatica signora che gestisce l'ostello, ci siam cambiati al volo e abbiam sceso il Quijos da ponte a ponte . Serata passata da Gina con Trucia e un estratto alcolico di canna offerta dal marito e il mattino Papallacta con aggiunta di 6 km di Quijos , praticamente 5 ore di 5grado senza respiro dove ho sofferto anche un freddo cane . Decimo giorno Oyacachi qui abbiamo preso un po in giro la Pami per la descrizione che diceva, alla fine della rapida fate attenzione al grosso masso poi allla grossa pietra......praticamente è un fiume fatto di grosse pietre e grossi massi.
La sera come dei veri maricones l' abbiamo passata alle terme di papallacta, molto romantiche, dove l'acqua arriva a piu di 50 gradi sembrava di bollire nella pentola della pasta .
Trasferimento poi a Quito visita della città vecchia con scalinata verticale infinita,visita delle chiese e per concludere serata con cena galante e visita della città di notte dalla Beata che domina la città .
Giorno seguente prima della partenza, turisti ai mercati di Otavalo per qualche ricordo da portare a casa , poi abbiamo Tatuato Paolo con un condor e abbiamo terminato le ultime ore in Quito in discoteca molto "allegri" fin che, il taxista ci è venuto a prendere alle 4 per portarci all' aeroporto. Saliti sul cassone ci sembrava di viaggiare su una nave spaziale verso un altra galassia.
Con nostra fortuna in aeroporto non ci hanno nemmeno pesato le canoe ne all' andata ne al ritorno e non le hanno nemmeno guardate.

tutto è andato alla grande bellissima anche la compagnia un posto sicuramente dove ritornare .

aaaaah che bei ricordi.

Marcello

 

Video

 
Tutte le foto ed i filmati presenti su questo sito possono essere liberamente inseriti in altri siti a patto che venga sempre segnalato (attraverso un link a www.brianzatour.org) che provengono da questo sito.
 
DSCN3096
DSCN3102
DSCN3103
DSCN3104
DSCN3109
DSCN3123
DSCN3157
DSCN3206
DSCN3207
DSCN3248
DSCN3338
IMGP1193
IMGP1242
IMGP1283
IMGP1319
IMGP1338
IMGP1353
IMGP1500
IMGP1586
IMG_0626
IMG_0695
IMG_0698
IMG_0708
IMG_0727
IMG_0744
IMG_0747
IMG_0758
IMG_0788
P1000953
P1000982
P1000997
P1000998
P1010017
P1010027
P1010061
P1010075
P1010091
P1010096
P1010097
P1010120
P1010124
P1010127
P1010143
P1010148
P1010154
P1010156
P1010175
P1010184
Credits